Alien: Covenant – O meglio, Alien: David (o David: Covenant? David: David?) [recensione]

Quando un regista torna dopo decenni a lavorare alla sua creazione, che nel frattempo ha vissuto vita propria, c’è sempre il rischio che abbia perso il tocco, dimenticandosi cosa davvero significava quel film, quali erano i suoi punti di forza e la sua storia, e che rovini completamente non solo…

Continua

Quando la magia non è abbastanza – recensione Doctor Strange

Scrivere (e girare) una origin story è sempre pericoloso. Nel breve spazio di un film, si deve, nell’ordine (le similarità con lo schema di Propp non sono casuali): Presentare il protagonista e almeno un personaggio secondario della “vecchia vita” che tornerà più tardi Stabilirne le motivazioni, i sogni, i problemi: tutto…

Continua