Fantascienza in TV: estate povera?

Arriva l’estate, e si sono chiuse ormai tutte le stagioni delle serie annuali. Come al solito, ci aspettano alcuni mesi decisamente poveri in serie TV. Ma quali sono le serie di fantascienza e fantasy che meritano uno sguardo?

Eccole, in ordine di data di inizio. In generale, tutte le serie si trovano con i sottotitoli italiani. Alcune probabilmente anche su Sky (sicuramente Wayward Pines e Outcast), eo Netflix (Stranger Things)

Preacher

Serie tratta da un fumetto (che non ho letto). Il predicatore del titolo (Dominic Cooper, il re del film su Warcraft) riceve dei poteri da una entità misteriosa che prende casa nel suo corpo. Fa amicizia con un vampiro, e la sua ex-ragazza (la regina del film su Warcraft, notate un pattern?) cerca di convincerlo a tornare alla vecchia vita di fuorilegge. Il tutto mescolato con personaggi uno più strano dell’altro, e una ambientazione che più americana non si può (un paesino perso nel Texas).

La mia impressione è che si tratta di una serie potenzialmente molto interessante, ma che può finire nell’esagerazione e nella confusione molto in fretta. Il canale è AMC (The Walking Dead, Hell on Wheels, Breaking Bad, etc), quindi aspettatevi contenuti adulti e un ritmo tendenzialmente lento.

È iniziato il 22 maggio, e per ora sembra tenere in qualità.

Wayward Pines (seconda stagione)

Oh, Wayward Pines, quante promesse sprecate. Avevi così tante potenzialità, e ti sei persa a metà della prima stagione. Andrà meglio in questa stagione?

Non è male, comunque. L’idea è interessante: il protagonista si sveglia in una cittadina isolata e completamente controllata da telecamere e telefoni. Ogni abitante deve compiere il lavoro assegnato, e vivere felice e realizzato nella comunità. Ovviamente, i misteri si infittiscono ogni giorno che passa, fino alla rivelazione su cosa sia davvero Wayward Pines. Consiglio di recuperarla, se non l’avete già fatto.

Spoiler sulla prima stagione

È iniziata il 25 maggio. Le prime quattro puntate della seconda stagione sono di buona qualità, e mi è piaciuto come hanno dato una svolta alla serie, rinnovando il cast ma mantenendo le medesime premesse. Alcuni miei amici pensano esattamente il contrario, e non hanno trovato di loro gusto tutti i cambiamenti – per me, vale comunque la pena darci una chance.

Outcast

È una serie horror, molto tradizionale. Possessioni, esorcismi, le solite robe. È già stata rinnovata per una seconda stagione, quindi si va sul sicuro.

Personalmente, non amo molto gli horror, e vale lo stesso per queste prime tre puntate (è iniziata il 3 giugno). Le ho trovate abbastanza noiose. Ma, per l’appunto, non sono un esperto del genere, quindi non prendetemi sulla parola.

The Last Ship (terza stagione)

Una serie che ho particolarmente apprezzato, soprattutto nella scorsa stagione. Non ci sono molte serie simili al momento – anzi, proprio nessuna. È ambientata in un futuro prossimo, in cui una versione mutata dell’influenza ha fatto massacri in tutto il mondo. La nave del titolo era stata inviata segretamente a cercare il virus originario per sviluppare una cura.

Spoiler sulle prime due stagioni

Per i nostri marinai, in questa stagione ci sarà da fare i conti con una possibile nuova mutazione del virus in Giappone, e una Cina che non distribuisce la cura alle altre nazioni asiatiche (i cinesi sono i nuovi russi?).

La serie è tecnicamente iniziata il 12 giugno, ma a causa della sparatoria di Orlando è stata rinviata di una settimana: in una scena della prima puntata si sparava in un night club, e quindi per gli americani è “insensibile” mostrarla in TV così presto. Tutti i TG che mostrano violenza, o qualsiasi altro film e serie TV in cui ci sono sparatorie e gente che muore, o poter acquistare armi come caramelle, vanno tutti bene – ma no, il problema sono 3 minuti di telefilm.

Oh boy. La data di messa in onda ufficiale è quindi il 19 giugno, ma le prime puntate sono comunque accessibili.

Killjoy & Dark Matter (entrambe la seconda stagione)

Ho unito queste due serie perché sono sullo stesso canale (Space, canadese) ed entrambe sono molto leggere, low cost, ma comunque abbastanza divertenti e piacevoli.

È fantascienza standard da serie TV post-Firefly: astronavi, pianeti, viaggi interstellari, fuorilegge dal buon cuore e governi oppressivi. Senza entrare nei dettagli, meritano comunque entrambe un’occhiata, almeno per occupare del tempo libero.

Ricominciano tutte e due l’1 luglio.

Stranger Things

Serie Netflix (quindi rilasciata tutta di botto). È ambientata negli anni 80, e prende il via dalla misteriosa scomparsa di una ragazzina, per poi passare per fenomeni soprannaturali, esperimenti scientifici, forse alieni, e così via. Non si capisce molto dal trailer, ma è evidente l’ispirazione ai film di Spielberg.

Esce il 15 luglio.

Come vedete, se si escludono le seconde (o terze) stagioni, rimane davvero poco di nuovo. È estate, e le serie TV prendono sempre una pausa – a differenza del cinema: nel prossimo mese e mezzo usciranno infatti il nuovo Indipendence DaySuicide Squad, il nuovo Star Trek, il remake di Ghostbuster, il nuovo Jason Bourne, e probabilmente qualcos’altro che ho scordato.